| 

Napoli, Nursing Up al governatore De Luca: Non usi gli infermieri per mascherare le inadempienze gestionali e distrarre l’opinione pubblica dalla sanità campana


Roma, 5 feb. – “Giù le mani dagli infermieri del San Giovanni Bosco: sono professionisti con esperienza
trentennale degni di encomio al valor civile. Come si fa ad attaccarli sul problema delle formiche
nell’ospedale napoletano? Certo che ci vuole coraggio per arrivare a tanto. Il governatore De Luca parla
di boicottaggio, di un ambiente infiltrato dalla camorra e di fantomatiche cospirazioni ai danni della
struttura da parte del personale e dei sindacalisti. Tutto un minestrone di fake news dal sapore nostrano
per distogliere l’opinione pubblica dal focus reale: la banale malagestione della sanità pubblica che
emerge dalla vicenda dell’infestazione”. A rispondere alle illazioni degli ultimi giorni è Antonio De
Palma, presidente del sindacato degli infermieri Nursing Up.


“Ho seguito a distanza l’evolversi dei fatti - prosegue - nella speranza che si trovasse una soluzione condivisa
con la dirigenza aziendale, e invece questo continuo rimpallo delle responsabilità non mi lascia
alternative. È ora di intervenire per innalzare gli scudi a difesa della categoria alla quale appartengo.
Non conosco i dettagli specifici e non intendo sostituirmi a chi è chiamato a valutare per i comportamenti
dei singoli, certo è che i professionisti sanitari chiamati a rispondere al Consiglio di disciplina non
hanno alcuna colpa per il degrado in cui versa il nosocomio. Infatti dovrebbe essere evidente a tutti che
debellare l’invasione delle formiche non rientra nelle funzioni loro assegnate, operando peraltro in una
realtà di grave carenza del personale e dovendo già sopportare turni di lavoro massacranti giorno e notte,
spesso privati del riposo settimanale cui avrebbero diritto”.


“Il presidente della regione Campania ha affermato che ci sono ‘cose che non hanno una spiegazione
razionale’. Davvero pensa che questo sia un film girato da registi occulti – continua De Palma - che
hanno architettato un attacco ai suoi danni? Mi chiedo di cosa stiamo parlando. Se l’intento è quello di
dare un senso diverso alla verità, mi sembra che siamo sulla buona strada già da un bel po’ di tempo. È
ora di dire basta e intervenire a tutela degli infermieri senza se e senza ma, perché gli infermieri non
possono venire strumentalizzati quando si tratta di servizi di igiene e salubrità degli ambienti”.
Ma ricostruiamo la vicenda: il 31 gennaio si manifesta l’ennesima infestazione di formiche al San Giovanni
Bosco, questa volta riguarda il reparto di rianimazione. La storia si ripete sempre uguale
nell’ospedale napoletano, nonostante le ispezioni ministeriali e i Nas.


“Le chiacchiere stanno a zero, senza che nessuno provveda in maniera definitiva sembra impossibile
mettere la parola fine a questo stato di degrado. Secondo noi del Nursing Up - dichiara il presidente del
sindacato - risulta del tutto evidente la responsabilità della dirigenza e l’abbiamo denunciato più volte,
ma a quanto pare non è bastato neppure scrivere lettere a direttori generali e governatori”. Dopo il polverone
che si è alzato, sembra che ieri, lunedì 4 febbraio, ci sia stata una riunione fiume dei manager
delle aziende sanitarie alla presenza di De Luca per avvicendare le cariche di vertice. “Ci auguriamo che
la situazione si sblocchi - conclude De Palma - e che l’imminente sostituzione dei responsabili non si
riveli solo una voce di corridoio”.

Associazione Nazionale
Sindacato Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica

CF: 96340350584