| 

FERIE NON GODUTE E DECESSO, LA CORTE DI GIUSTIZIA DISCONOSCE LE NORME DEGLI STATI MEMBRI CHE NON RICONOSCONO IL DIRITTO ALL’INDENNITA’ ECONOMICA O CHE LO SUBORDINANO AD UNA PREVIA DOMANDA .



Associazione Nazionale SINDACATO Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica
Indirizzi internet: www.nursingup.it (con accesso ai siti regionali)
e-Mail info@nursingup.it
 

Roma,  26/06/2014

 

Ai Dirigenti Sindacali di tutti i livelli operativi

 

E per loro tramite agli associati

 

 

OGGETTO: FERIE NON GODUTE E DECESSO, LA CORTE DI GIUSTIZIA DISCONOSCE LE NORME DEGLI STATI MEMBRI CHE NON RICONOSCONO IL DIRITTO ALL’INDENNITA’ ECONOMICA O CHE LO SUBORDINANO AD UNA PREVIA DOMANDA .

 

 

Spetta l’indennità finanziaria relativa alle ferie non godute dal dipendente al momento del decesso.

 

Informiamo che la Corte di Giustizia Europea, sezione prima, nella sentenza del 12 giugno 2014, (causa C-118/13) ha deciso in merito al destino dell’indennità economica per ferie annuali retribuite non godute al momento del decesso.

 

Con il provvedimento di cui sopra  l’ Organo Supremo ha dato indicazioni secondo le quali l'articolo 7 della direttiva 2003/88/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 4 novembre 2003, concernente taluni aspetti dell'organizzazione dell'orario di lavoro, deve essere inteso nel senso che le norme  o prassi nazionali che regolano il diritto alle ferie annuali retribuite non possono prevedere che tale diritto si estingua senza dare titolo ad un'indennità per ferie non godute, quando il rapporto di lavoro termina per decesso del dipendente .

 

Secondo la corte , peraltro, l’assenza di domanda da parte dell’interessato non rappresenta ragione valida  al riconoscimento dell’indennità dovuta .

 

 

Nursing Up

 

OSSERVATORIO PROVVEDIMENTI U.E.

Associazione Nazionale
Sindacato Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica

CF: 96340350584