| 

Polizza colpa grave, alcune Aziende (RESPONSABILI) suggeriscono ai dipendenti di dotarsi di idonea copertura.



Associazione Nazionale SINDACATO Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica
Indirizzi internet: www.nursingup.it (con accesso ai siti regionali)
e-Mail info@nursingup.it
 

Roma, 10 gennaio 2015

 

Ai Dirigenti dei livelli Regionali e Provinciali

Ai dirigenti sindacali di tutti i livelli operativi

Agli associati

 

 

OGGETTO:Polizza colpa grave, alcune Aziende (RESPONSABILI)      suggeriscono ai dipendenti di dotarsi di idonea copertura.

 

Gentili Dirigenti, carissimi associati,

 

Attraverso un’interpretazione, a dire il vero un po’ azzardata e poco “scientifica” di un altro sindacato ci siamo interessati a quanto sta avvenendo all’ULSS n.1 della Regione Veneto (Belluno).

 

Dallo scritto di questo sindacato, a noi giunto attraverso nostri iscritti e del quale per ragioni di correttezza, non facciamo il nome, emergeva un quadro alquanto lacunoso e , alla luce della nostra preparazione in materia maturata in anni di esperienza, anche ricco di inesattezze, abbiamo quindi voluto andare a fondo e ci siamo procurati la circolare dell’Azienda che porta protocollo 44960/AG.

Il documento  è stato diffuso anche attraverso internet , si tratta di un atto pubblico e quindi lo alleghiamo.

Bene, letta la documentazione tutto chiaro anche per Voi : l’Azienda gestisce direttamente, perché questo significa “in regime di autoritenzione”,  le richieste di risarcimento per responsabilità civile RCT e fin qui tutto bene, si tratta di una legittima scelta aziendale, ma questo accade solo per la responsabilità da colpa  lievedel dipendente, tale assunto,  è noto a tutti, è contenuto nell’ art 25 del CCNL di comparto del 2001 .

 

Lo scritto continua dicendo anche che, mentre per gli anni passati a causa di  urgenza, la stessa ULSS si era fatta carico di fungere ( solo) da intermediariotra dipendente e Compagnia assicurativa Berkshire Hathawai, mettendo a disposizione dei dipendenti una convenzione e trattenendo il premio direttamente dalla busta paga, dal 1/1/2015 cio’ non e’ piu’ possibile e quindi i dipendenti , in futuro dovranno scegliere la soluzione piu’ opportuna per dotarsi della polizza Colpa grave,visto che per tale rischio rispondevano e continuano a rispondere loro in prima persona.

 

Dopo aver letto la circolare desideriamo , da un lato , segnalare il grande senso di responsabilità della U.L.S.S. in questione , la quale addirittura, senza fare nomi , invita il personale interessato a rivolgersi anche ai propri sindacati e associazioni di categoria per avere un aiuto nell’individuare le compagnie con le quali assicurarsi ( a proprie spese) . Ci piace pensare che il richiamo dell’Azienda a rivolgersi ai sindacati non sia poi tanto casuale, in primis perché il nostro sindacato in quell’ ente  conta svariate centinaia di iscritti, in secondo luogo perché l’ASL sa bene che Nursing Up è l’unica organizzazione del suo genere, che proprio quelle coperture le fornisce gratis.

 

Finalmente un’azienda dice chiaramente quanto la legge vuole , e cioè che  la responsabilità colpa grave e’ a carico del professionista sanitario.

 

Invitiamo tutti i dipendenti ancora scoperti ad iscriversi al Nursing Up che da anni fornisce la polizza colpa grave gratuitamente ai propri associati , tra l’altro con massimale che arriva fino a 10.000.000 di euro annui , retroattività adeguata, clausole in linea con il diritto italiano, e con una delle principali Compagnie assicurative italiane (Reale Mutua Assicurazioni).

 

Sollecitiamo quindi i dirigenti in indirizzo e tutti gli associati a sensibilizzare i colleghi bisognosi di dotarsi di adeguata copertura assicurativa per tutelare la loro responsabilità da colpa grave,  ricordando loro che oggi possono farlo senza ricerche e senza affanno, semplicemente iscrivendosi al  Nursing Up .

 

Lunga vita al nostro sindacato!

 

Nursing Up

Il Sindacato degli infermieri Italiani


 

Allegato: Circolare ASL Belluno.

Associazione Nazionale
Sindacato Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica

CF: 96340350584