| 

Provvedimento INPS N 64/2015 -assegni per il nucleo familiare



Associazione Nazionale SINDACATO Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica
Indirizzi internet: www.nursingup.it (con accesso ai siti regionali)
e-Mail info@nursingup.it
 

 

                                                                                         Roma, 08-04-2015

                                                                                                                     

Ai dirigenti del Nursing Up

E per loro tramite a tutti gli associati.

 

 

Oggetto: provvedimento INPS N 64/2015 -assegni per il nucleo familiare.

 

 

Si comunica che ci sono degli aggiornamenti sugli assegni per il nucleo familiare.

Effettuiamo una brevissima disamina affinchè ognuno dei destinatari possa essere in grado di spiegare a tutti gli associati di cosa si sta parlando.

 

a) ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE CON ALMENO TRE FIGLI MINORENNI,è un assegno concesso dai Comuni e pagato dall’Inps. La prestazione è cumulabile con qualsiasi altro trattamento di famiglia e non costituisce reddito ai fini fiscali e previdenziali. Hanno diritto all’assegno per il nucleo familiare dei Comuni: cittadini italiani e dell’Unione europea residenti,  cittadini di paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo, nonché dai familiari non aventi la cittadinanza di uno stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; i nuclei familiari composti almeno da un genitore e tre figli minori (appartenenti alla stessa famiglia anagrafica), che siano figli del richiedente medesimo o del coniuge o da essi ricevuti in affidamento preadottivo; nuclei familiari con risorse reddituali e patrimoniali non superiori a quelle previste per il riconoscimento dell’assegno. La domanda deve essere presentata al Comune di residenza entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale è richiesto l’Assegno al nucleo familiare (ANF) e deve essere accompagnata da una dichiarazione sulla composizione e sulla situazione reddituale del nucleo familiare. L’INPS provvede al pagamento dell’assegno con cadenza semestrale posticipata (entro il 15 luglio e il 15 gennaio) per i dati ricevuti almeno 45 giorni prima della scadenza del semestre. Il richiedente deve indicare sulla domanda la modalità di pagamento. Il diritto all’assegno cessa dal 1° di gennaio dell’anno in cui viene a mancare il requisito del reddito oppure dal 1° giorno del mese successivo a quello in cui viene a mancare il requisito relativo alla composizione del nucleo.

 

b) ASSEGNO DI MATERNITA' DEI COMUNI è una prestazione assistenziale concessa dai Comuni ed erogata dall’Inps. L'assegno di maternità dei comuni non è cumulabile con altri trattamenti previdenziali fatto salvo l’eventuale diritto a percepire dal Comune la quota differenziale. L'assegno di maternità dei comuni spetta: alle cittadine italiane, alle cittadine comunitarie, alle cittadine extracomunitarie in possesso della carta di soggiorno purché residenti in Italia. Il diritto all’assegno compete in presenza di determinati requisiti reddituali la cui verifica compete al Comune di residenza. La domanda deve essere presentata al Comune di residenza entro 6 mesi dalla nascita del bambino o dall'effettivo ingresso del minore in famiglia nel caso di adozione o affidamento (l'assegno di maternità può essere erogato alle madri extracomunitarie che, entro 6 mesi dalla nascita del bambino, presentano tutta la documentazione richiesta, compresa la carta di soggiorno).

 

Attraverso la  circolare n°64 del 30.03.2015 l’Inps informa che, l’incremento dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, da applicarsi, per l’anno 2015, alle prestazioni in oggetto, è risultato pari all’0,2 per cento.

 

Alla luce di quanto sopra, sono stati calcolati i nuovi importi delle prestazioni sociali e dei limiti di reddito validi per l’anno 2015 per l’assegno per il nucleo familiare e l’assegno di maternità concessi dai Comuni.

 

Nello specifico ecco le modifiche:

 

1) ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE

 

L'assegno per il nucleo familiare da corrispondere agli aventi diritto per l'anno 2015 è pari, nella misura intera, a Euro 141,30. Per le domande relative al medesimo anno, il valore dell'indicatore della situazione economica equivalente è pari a Euro 8.555,99. Resta inteso che, per l'assegno per il nucleo familiare da erogare per il 2014, per i procedimenti in corso, continuano ad applicarsi i valori previsti per il medesimo anno 2014.

 

2) ASSEGNO DI MATERNITA'

 

L’importo dell’assegno mensile di maternità, spettante nella misura intera, per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti dal 1.1.2015 al 31.12.2015 è pari a Euro 338,89 per cinque mensilità e quindi a complessivi Euro 1.694,45. Il valore dell’indicatore della situazione economica equivalente da tenere presente per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti dal 1.1.2015 al 31.12.2015, è pari a Euro 16.954,95.

 

In allegato, la Circolare INPS n°64 del 30 marzo 2015

 

 

 

NURSING UP

 

IL SINDACATO DEGLI INFERMIERI ITALIANI 

Associazione Nazionale
Sindacato Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica

CF: 96340350584