| 

NURSING UP FA CAUSA ALLA REGIONE LAZIO ED A UNO DEI TANTI MODI PER VESSARE LA DIGNITA’ ( E LA PROFESSIONALITA') DELL'INFERMIERISTICA



Associazione Nazionale SINDACATO Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica
Indirizzi internet: www.nursingup.it (con accesso ai siti regionali)
e-Mail info@nursingup.it
 

Roma, 28 aprile  2014

 

 

 

 

Ai Dirigenti sindacali di tutti i livelli operativi 

E, per loro tramite agli associati

 

NURSING UP CONTRO LA REGIONE LAZIO E I  TANTI MODI PER VESSARE LA DIGNITA’ ( E LA PROFESSIONALITA') DELL'INFERMIERISTICA 

 

La Regione Lazio ha pubblicato il 2 aprile 2015 il BURL N.27 con il supplemento n1 che riporta il testo "Le funzioni di OSS possono essere svolte da: a) infermieri", probabilmente tale frase è stata inserita con diverse intenzioni,  ma la lettura è semplice e per noi giunge ad una conclusione che ha dell’allucinante. 

Il supplemento n.27 del 2 aprile 2015 riporta le delibere 124, 125, 126 come segue :

Deliberazione 24 marzo 2015, n. 124

"Requisiti per l'accreditamento delle strutture a ciclo residenziale e semiresidenziale che prestano servizi socio-assistenziali nella Regione Lazio." Pag. 3

Deliberazione 24 marzo 2015, n. 125

"Modifiche alla DGR 1304/2004: "Requisiti per il rilascio dell'autorizzazione all'apertura ed al funzionamento delle strutture che prestano i servizi di Mensa sociale e accoglienza notturna, i Servizi per la vacanza, i Servizi di emergenza e di pronto intervento assistenziale e dei Centri diurni, di cui all'articolo 2, lettera a), punto 2 della l.r. n. 41/03." Pag. 15

Deliberazione 24 marzo 2015, n. 126

Modifiche alla DGR 1305/2004:

"Autorizzazione all'apertura ed al funzionamento delle strutture a ciclo residenziale e semiresidenziale che prestano servizi socio-assistenziali. Requisiti strutturali ed organizzativi integrativi rispetto ai requisiti previsti dall'articolo 11 della l.r. n. 41/2003". Revoca delle DGR 498/2006, DGR 11/2010, DGR 39/2012. Revoca parziale della DGR 17/2011. Pag. 55

 Sbalorditi leggiamo, proprio nelle delibere di cui si parla, che le funzioni degli OSS possono essere svolte da altri operatori, e di principio tale affermazione, che in qualche modo potrebbe essere compresa, seppur non condivisa,  se le  sostituzioni previste fossero operate con soggetti che garantiscono, di regola , funzioni equivalenti,  diventano in questo caso singolari , quanto incomprensibili e di dubbia legittimità,  quando si legge che possono essere svolte , tra gli altri, “dagli infermieri”.

Tra le disposizioni citate si prevede infatti che: 

“Le funzioni di OSS possono essere svolte da":

  1. infermieri;
  2. assistenti domiciliari e dei servizi tutelari (ADEST);
  3. operatori socioassistenziali (OSA);
  4. operatori tecnici ausiliari (OTA);
  5. assistenti familiari;
  6. persone in possesso del diploma quinquennale professionale nel settore dei servizi sociosanitari e titoli equipollenti;
  7. persone non in possesso dei titoli indicati, con documentata esperienza almeno quinquennale in strutture socio assistenziali residenziali o semi residenziali o in servizi domiciliari nelle specifiche tipologie di utenza.” 

“Le funzioni di supporto all’attività dell’educatore professionale possono essere svolte, oltre che da educatori professionali, da":

  1. infermiere;
  2. operatori sociosanitari (OSS);
  3. assistenti domiciliari e dei servizi tutelari (ADEST);
  4. operatori socio-assistenziali (OSA);
  5. operatori tecnici ausiliari (OTA);
  6. assistenti familiari;
  7. persone in possesso del diploma quinquennale professionale nel settore dei servizi sociosanitari e titoli equipollenti;
  8. persone non in possesso dei titoli indicati, con documentata esperienza almeno quinquennale in strutture socio assistenziali residenziali o semiresidenziali o in servizi domiciliari per le specifiche tipologie di utenza.

E’ vero che si tratta di un provvedimento che riguarda le fasi di accreditamento delle strutture sanitarie e per questo da molti venduto come “neutro”, cioè che non incide sulla professionalità degli infermieri, ma per noi invece si tratta di disposizioni incomprensibili ,  pericolose  ed adottate a danno della professionalità dell’intera categoria infermieristica .

Mi chiedo peraltro per quale ragione, se nella regione di cui parliamo varrebbe il principio che le attività  di operatori di ruolo e livello inferiore possano essere svolte senza problemi da personale di qualifica superiore e con diversa professionalità  ( gli infermieri appartengono al ruolo sanitario, non gli  OSS ) come mai i medici, solo per fare un esempio,  non risultano citati in tale elenco di possibili sostituti degli OSS .

E’ evidente che si tratta di provvedimenti che, indirettamente, mettono in discussione principi consolidati del nostro ordinamento , dal divieto di demansionamento sino a quello di interposizione d’opera ed a nostro parere è evidente che norme di questo tipo si troverebbero ad operare , se mai dovessero essere applicate,  a danno degli interessi di tutta la categoria infermieristica portando indietro le lancette del sistema di oltre 100 anni .

Nursing Up dice basta a questo tipo di politica “creativa” , fatalmente sempre a danno degli infermieri .

Abbiamo deciso di proporre un’azione pilota davanti alla magistratura contro i provvedimenti della regione Lazio,  che consideriamo  un esempio esplicito di  vessazione della dignità professionale infermieristica e fonte indiretta di  “ demansionamento degli infermieri” , adottato con modalità che riteniamo ibride e potenzialmente fuorvianti di consolidati principi di diritto , pertanto ho dato mandato ai nostri legali di impugnare davanti alla magistratura competente i provvedimenti di cui si parla , procedura che seguirò personalmente attesa la delicatezza dopo di chè, una volta conseguiti i risultati auspicati da parte della magistratura adita, ci premureremo di diffidare le altre regioni italiane affinchè desistano da analoghe tentazioni .

 

Il Presidente

 

Dott Antonio De Palma 

Associazione Nazionale
Sindacato Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica

CF: 96340350584