| 

Il Consiglio Dei Ministri approva il decreto legislativo relativo alle competenze infermieristiche.



Associazione Nazionale SINDACATO Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica
Indirizzi internet: www.nursingup.it (con accesso ai siti regionali)
e-Mail info@nursingup.it
 

Roma, 25 Gennaio 2016

 Ai dirigenti sindacali

E per loro tramite A tutti gli associati

 

 

Oggetto: Il Consiglio Dei Ministri approva il decreto legislativo relativo alle competenze infermieristiche.

L’Unione Europea fa prima del legislatore italiano.

Con propria circolare del 3 Dicembre 2015 il Nursing Up informava che in quei giorni stava circolando lo schema del Decreto Legislativo con il quale l’Italia recepiva, perche’ costretta, la direttiva europea 2013/55/UE che modificava la precedente direttiva 2005/36/CE nelle quali viene data una definizione di infermiere , delineato un profilo generale attinente alle responsabilità professionali ed inoltre , viene tracciata anche una profilazione sostanziale del percorso formativo.

Si era detto in quell’ambito che la bozza di provvedimento ( che però nulla ha a che vedere con quella da anni in discussione presso il Ministero della Salute e ferma al palo a causa, principalmente, dell’opposizione di certa parte del mondo medico)  era passata in Conferenza Stato Regione, ebbene, oggi possiamo dare un importante aggiornamento di quell’atto, infatti il Consiglio Dei Ministri ha approvato , in via definitiva, il decreto legislativo di recepimento della direttiva europea sopracitata che , quindi, sarà immediatamente applicabile.

Nel decreto di recepimento della direttiva 2013/55/UE che inoltre ha anche recepito il Regolamento comunitario 1024/2012 che si occupa invece di cooperazione amministrativa, si introduce, lo avevamo gia’ detto, anche la “tessera Professionale”

La tessera professionale europea (EPC), potrà essere richiesta alle autorità competenti per le professioni di :

a) infermiere responsabile dell’assistenza generale

b) farmacista

c) fisioterapista

d) guida alpina

e) agente immobiliare

Il Decreto ripercorre esattamente la bozza che avevamo presentato con la circolare del 3 Dicembre 2015 alla quale rimandiamo per i dettagli, in questa sede preme sottolineare che in tale atto normativo viene ribadita la titolarità dell’infermiere come responsabile dell’assistenza generale e se ne elencano  le competenze dalle quali non si puo’ prescindere.

In sostanza l’Italia ha dovuto fare ( obtorto collo diciamo noi) , sotto le indicazioni dell’Europa,  quello che avrebbe fatto più bella figura a partorire autonomamente, riconoscere il ruolo degli infermieri in qualità di professionisti a 360 gradi nel panorama sanitario nazionale.

Ci preme dunque ribadire che,  mentre in Italia  si discute all’infinito su questioni di “lana caprina”, l’ Europa  costringe le nostre autorità politiche a prendere atto di cio’ che e’ gia’ chiaro nel resto dell’unione europea  ed in questo contesto  è proprio l’Europa che riscatta la nostra categoria , sotto il profilo delle competenze, dal medioevo professionale nel quale il nostro paese, sotto la spinta di interessi lobbistici e di parte l’aveva relegata .   

Ancora una volta la strada intrapresa dal Nursing Up nel cercare interlocutori a livello Comunitario si manifesta come la migliore strategia per il bene dell’infermiere.

Ora la palla è al centro e la partita , non vediamo l’ora, passerà ai contratti.

 

Lunga Vita al Nursing Up

Nursing Up 

 

Il Sindacato degli Infermieri Italiani

Associazione Nazionale
Sindacato Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica

CF: 96340350584