| 

GIORNATA STORICA PER GLI INFERMIERI ITALIANI : SCIOPERO EPOCALE, MANIFESTAZIONE SENZA EGUALI E BRUTTO CONTRATTO RISPEDITO AL MITTENTE

NURSING UP

IL SINDACATO DEGLI INFERMIERI ITALIANI

Indirizzi internet: www.nursingup.it (con accesso ai siti regionali)

E/Mail info@nursingup.it

 

 Roma, 23 febbraio 2018

 

 

 

Comunicato ai dirigenti sindacali di tutti i livelli operativi ed agli associati

 

NURSING UP : QUESTO CONTRATTO E' IRRICEVIBILE, MEGLIO CHE TORNI AL MITTENTE  

INTANTO GIORNATA STORICA PER GLI INFERMIERI ITALIANI  : SCIOPERO EPOCALE, MANIFESTAZIONE RIUSCITISSIMA

 

 

Uno sciopero riuscitissimo quello di oggi, a Roma una manifestazione senza uguali, nonostante la pioggia copiosa .

 

Questa notte siamo stati protagonisti di una durissima trattativa in sede Aran per il rinnovo del CCNL del comparto Sanità triennio 2016-2018: i lavori di modifica della bozza, che erano iniziati ieri alle 10 a.m., si sono protratti fino alle 14:00 di oggi  .

Questa nottata ci ha visto discutere punto per punto un contratto irricevibile per le già precarie condizioni di lavoro degli infermieri e che non abbiamo firmato  perché non valorizza in maniera nemmeno minimamente accettabile la nostra categoria e le professioni sanitarie non mediche .

Abbiamo avuto l'impressione che l'ordine di scuderia fosse chiaro fin dall'inizio della contrattazione: l'Aran doveva chiudere a tutti i costi.

Prendiamo atto con amarezza e disappunto che è stato firmato  , con l’unica esclusione del Nursing Up e del Nursind , questo misero contratto .

Qualche manciata di euro per anni di dedizione , professionalità' e sacrifici.

Pensate che un infermiere della categoria iniziale “D”  percepirà un incremento mensile vergognoso : 67 euro lordo circa.

Come avremmo potuto firmare un documento simile ?

Ma non è tutto, perché , come immaginavamo hanno messo mano anche ad alcune specifiche deroghe, cosa che noi contestiamo sin dall’origine.

E’ anche vero tuttavia, che questa volta la presenza del sindacato infermieri al tavolo ha prodotto i suoi risultati: siamo riusciti ad ottenere che il tempo di cambio divisa e quello per il passaggio delle consegne siano considerati come orario di lavoro. 

Ma non è tutto, perché siamo anche riusciti ad ottenere la sostanziale modifica della norma che consentiva l’ammissione alle posizioni organizzative ed alle funzioni specialistiche dei Laureati Magistrali, con   il rischio conseguente di togliere posti agli specialisti e di creare attrito tra i professionisti.

Ora la laurea magistrale non è più richiesta come requisito per l’ammissione alle posizioni organizzative e incarichi specialistici ma può essere solo valutata.

Insomma gli infermieri specialisti tornano ad essere quelli indicati dalla  legge 43/2006 .

E’ stata prevista la costituzione di una commissione paritetica che dovrà rivedere l’assetto professionale.

Le funzioni di coordinamento , nella nuova versione del testo, grazie alle vibrate prese di posizione  sono maggiormente considerate.

Ma questo non ci basta per sottoscrivere un contratto !

Non avremmo potuto farlo, sono troppo pochi i soldi a disposizione, troppo interesse- secondo noi – della politica, di chiudere la partita dando “una miseria a tutti”.

Io, in qualità di Presidente del nostro sindacato, mi sono rifiutato di partecipare  a tale sottoscrizione.

Abbiamo assistito a un'ignobile teatro, durato circa 30 ore, con un testo contrattuale di circa 108 pagine, molto prolisso, consegnatoci 2 ore prima di una discussione che è iniziata alle 11.30 di ieri e che è terminata praticamente oggi alle 14.00.

La parte pubblica si alternava durante la notte, forse qualcuno ne approfittava anche per riposare , noi no!

Ora però è tempo di dar corpo alla nostra unità d’intenti e compattare tutte le forze, come siamo stati capaci di fare con lo sciopero di oggi.

Possono estenuarci facendoci trascorrere la notte in bianco il giorno prima della manifestazione, ma non impedirci di parteciparvi e gridare dal palco tutta la nostra indignazione!

 

Nel pomeriggio di oggi, ho detto personalmente alla Ministra Madia (chissà perché era presente alla sottoscrizione del CCNL), che gli infermieri non dimenticheranno il suo diniego a convocarci , ho rappresentato a Lei le ragioni della mancata sottoscrizione. La sua risposta è arrivata non prima di aver ascoltato tutti i sindacati , e sapete quale  è stata?

Io sono soddisfatta della firma di questa pre intesa di CCNL e del fatto che i medici hanno revocato lo sciopero.

MAI COSA PIU’ GIUSTA DELLA NOSTRA MEGA MANIFESTAZIONE DI OGGI DUNQUE .

TUTTAVIA  QUESTO E’ SOLO IL NOSTRO PRIMO PASSO, E NOI LO SAPPIAMO BENE !

Nei prossimi giorni daremo indicazioni per convocare assemblee degli infermieri  su tutto il territorio nazionale,  così che possiate far conoscere ai colleghi il testo della nuova pre intesa che oggi pomeriggio abbiamo rispedito al mittente.

Intanto vi anticipiamo in allegato la penultima versione , quella delle 13.30, ma non appena ci sarà inoltrato da parte dell’ARAN vi gireremo  il testo ufficiale.

Tenete conto che l’allegato difetta di alcune integrazioni che sono state fatte all’ultimo momento, ma si tratta di pochissima roba, quindi ciò che leggerete sarà certamente rappresentativo del contenuto.

OGGI SIAMO STATI ECCEZIONALI !

TUTTI NOI, DAI COLLEGHI RINCHIUSI IN SEDE ARAN PER 30 ORE A DISCUTERE DI UN CONTRATTO IRRICEVIBILE A CHI HA SCIOPERATO IN TUTTA ITALIA , AI COLLEGHI DIRIGENTI SINDACALI CHE HANNO  CURATO L’ANIMAZIONE SUL PALCO E LA SICUREZZA, ALLE MIGLIAIA E MIGLIAIA DI COLLEGHI COSTRETTI , LORO MALGRADO, A PRESTARE SERVIZIO E CHE CI HANNO FATTO SENTIRE IL LORO SOSTEGNO DAGLI OSPEDALI .

Uno sciopero degli infermieri di questa portata non si era mai visto.

Momenti di pura emozione, bagnatissimi e sotto una pioggia torrenziale, ma con tanta voglia di farci sentire!

Io sono fiero di voi, perché su quel palco, oggi, noi ci siamo ritrovati  nella nostra vera essenza professionale, uniti dai nostri comuni interessi e con spirito di corpo  .

A TANTI ABBIAMO DATO UNA LEZIONE DI VITA OGGI !

Sono convinto che porteremo a casa quello che cerchiamo e per cui ci battiamo.

Certo non sara’ facile, tutti noi ne siamo consapevoli, ma dopo l’esperienza di oggi, che è il nostro inizio, possiamo più che mai dirci consapevoli di questa emozionante evidenza :

E’ proprio questa la nostra strada!

 

 

TESTO UFFICIALE IPOTESI DI CONTRATTO

 

Vi abbraccio tutti

Antonio De Palma - Presidente

 

Associazione Nazionale
Sindacato Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica

CF: 96340350584