| 

Infermiera violentata a Napoli, la rabbia del sindacato Nursing Up. De Palma: Istituzioni comincino davvero a starci più vicino

 

donna

ROMA (ASKA NEWS / 8 MAGGIO 2020) - Una nuova agghiacciante notizia di cronaca porta alla luce l’ennesimo grave episodio di violenza sulle donne avvenuto nel nostro Paese. Vittima una giovane infermiera avellinese di 48 anni.

La donna presta servizio presso il reparto di psichiatria di una nota struttura pubblica napoletana. Aggredita in pieno giorno da un senegalese, che l’ha picchiata e quasi costretta a un rapporto sessuale, la signora è stata salvata dall’autista dell’autobus che avrebbe dovuto riportarla a casa. Le urla dell’uomo hanno attirato tre militari che hanno accerchiato e arrestato lo stupratore. «Una donna, una infermiera, ma soprattutto una madre e una moglie, una lavoratrice che come tante operatrici sanitarie, è più che mai in prima linea, ogni giorno, durante questa emergenza, come una militare al fronte che combatte senza sosta». Così il Presidente del Nursing Up, Sindacato Infermieri Italiani, Antonio De Palma, commenta l’accaduto, esprimendo solidarietà per la giovane collega.

«Sdegno e dolore si alternano, dentro di me, di fronte a questi episodi. Mi sono attivato per comprendere subito cosa fosse accaduto a Napoli a questa “nostra” collega: il suo, come quello di tanti operatori nei reparti di psichiatria, è un compito delicatissimo, ci sono pochi aghi o flebo nel suo lavoro, ma la donna si occupa di sostegno per i malati di covid-19 che hanno subito o stanno subendo, non solo minati nel fisico, le gravi conseguenze della malattia. La sua professionalità e il suo impegno da giorni, da settimane, per lenire le sofferenze psicologiche di chi è appena uscito dal tunnel della pandemia, al pari di tanti colleghi, è encomiabile. Ma devo anche dire che il sentimento di sconforto fa il paio con la rabbia, che però non deve diventare rassegnazione, non può davvero succedere».

Associazione Nazionale
Sindacato Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica

CF: 96340350584