| 

Papa Francesco: «Un infermiere mi ha salvato la vita, è la seconda volta che accade»

Bergoglio si è raccontato in una lunga intervista a radio Cope, l’emittente della Conferenza episcopale spagnola, smentendo fermamente l'ipotesi di dimissioni. E sulle sue condizioni di salute ha ironizzato: "Sono ancora vivo"

“Mi ha salvato la vita un infermiere, un uomo con molta esperienza”. Così Papa Francesco ha risposto a una domanda sulla sua salute a due mesi dall’intervento al colon al quale è stato sottoposto, il 4 luglio scorso, al Policlinico Gemelli. In una lunga intervista a radio Cope, l’emittente della Conferenza episcopale spagnola, Bergoglio ha parlato per la prima volta della sua recente operazione e ha manifestato tutta la sua gratitudine per Massimiliano Strappetti, l’infermiere del Fondo assistenza sanitaria, l’ambulatorio del Vaticano, che ha organizzato il ricovero e l’intervento al Gemelli e che poi ha seguito l’illustre paziente durante tutta la degenza durata dieci giorni e la lunga convalescenza a Casa Santa Marta.

“È la seconda volta nella mia vita – ha spiegato Francesco – che un infermiere mi salva la vita. La prima è stata nell’anno ‘57”. In quel periodo, infatti, quando aveva 21 anni, il Papa subì l’asportazione del lobo superiore del polmone destro a causa di tre cisti. Quella volta a salvarlo fu una suora italiana che, contro il parere dei medici, cambiò la medicazione che dovevano somministrare a Bergoglio per curarlo dalla polmonite di cui soffriva. “Quando mi sono ripreso dall’anestesia, – aveva raccontato in precedenza il Papa riferendosi a quell’intervento – il dolore che sentivo era molto intenso. Non è che non fossi preoccupato, ma ho sempre avuto la convinzione che sarei guarito”. E ancora: “Non ho mai sentito alcuna limitazione nelle mie attività”. Anche nei diversi viaggi internazionali “non ho mai dovuto limitare o cancellare” nulla dal programma. “Non ho mai provato affaticamento o mancanza di respiro (dispnea). Come mi hanno spiegato i medici, il polmone destro si è espanso e ha coperto tutto l’emitorace omolaterale”.

Associazione Nazionale
Sindacato Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica

CF: 96340350584