| 

Sciopero infermieri:in 1.500 in piazza a Roma, 'piu' rispetto'. Sindacato Nursing-up, 'contratto proposto è passo verso baratro'

Fonte: ANSA - Data: 26/02/2018

Sciopero infermieri:in 1.500 in piazza a Roma,'piu' rispetto'
Sindacato Nursing-up, 'contratto proposto e' passo verso baratro'
(ANSA) - ROMA, 23 FEB - Circa 1.500 infermieri stanno
manifestando oggi in Piazza Santi Apostoli a Roma nella giornata
di sciopero nazionale proclamato dai sindacati Nursing-up e
Nursind. Nonostante la pioggia, molte bandiere dei due sindacati
sventolano nella piazza e tanti sono gli slogan dei
manifestanti, che chiedono innanzitutto "un contratto che non
sia al ribasso" e "piu' rispetto per la professione".
'Ora basta, meritiamo rispetto!' e 'Stipendi bassi, pochi
diritti e tanti doveri. Basta!', sono alcune delle scritte che
campeggiano sugli striscioni in piazza. Intanto, e' proseguita
per tutta la notte all'Aran la trattativa per il rinnovo del
contratto del comparto Sanita', che interessa circa 500mila
dipendenti di cui gli infermieri rappresentano la componente
maggiore con circa 280mila infermieri attivi nel Servizio
sanitario nazionale.
"Ai sindacati confederali che hanno tanta fretta di chiudere
questo contratto al ribasso - ha affermato dalla piazza il
presidente del sindacato Nursing-up Antonio De Palma - diciamo
che questo contratto e' un passo verso il baratro e contro i
lavoratori. Se firmeranno, saranno complici della morte della
Sanita'. Noi a questo scempio per fini elettorali non presteremo
il fianco". I responsabili sindacali hanno quindi letto alcuni
articoli della Costituzione, tra i quali l'articolo 36 sul
diritto dei lavoratori ad una retribuzione "proporzionata":
"Quella che ci vogliono dare - hanno affermato i leader di
Nursin-up e Nursind - non lo e'".
"Questa nottata estenuante - ha inoltre affermato De Palma -
ci ha visto discutere punto per punto un contratto irricevibile
per le gia' precarie condizioni di lavoro degli infermieri e che
non firmeremo perche' non valorizza in maniera nemmeno
minimamente accettabile la categoria che rappresento e le
professioni sanitarie non mediche. Abbiamo avuto l'impressione
che l'ordine di scuderia fosse chiaro fin dall'inizio della
contrattazione: l'Aran - ha concluso - doveva chiudere a tutti i
costi". (ANSA)
    

Associazione Nazionale
Sindacato Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica

CF: 96340350584