| 

LPN-Sanità, Nursing Up fa ricorso contro Niguarda: esclusi da tavoli

Fonte: LAPRESSE - Data: 19/06/2018

LPN-Sanità, Nursing Up fa ricorso contro Niguarda: esclusi da tavoli
Roma, 19 giu. (LaPresse) - Il sindacato degli infermieri Nursing Up continua la sua battaglia. Dopo aver chiamato in causa l'azienda ospedaliero-universitaria di Pisa passa all'attacco, dopo l'esclusione dai tavoli della contrattazione integrativa e decentrata, anche dell'ospedale Nigurda, un'esclusione - secondo il sindacato - dovuta alla mancata sottoscrizione del Ccnl comparto sanità 2016-2018. Il ricorso del sindacato contesta l'art. 8 del contratto. "Una norma in palese contrasto con quanto sancito dall'articolo 39 della Costituzione e con l'articolo 11 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo che tutela le libertà di riunione e di associazione in cui rientrano anche le libertà sindacali. Ricordiamo che al Niguarda gli iscritti al Nursing Up sono 1466 su un totale di 3400 dipendenti, secondo i dati ufficiali resi noti dall'Aran (Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni)", precisa il sindacato degli infermieri. (Segue)

LPN-Sanità, Nursing Up fa ricorso contro Niguarda: esclusi da tavoli-2-
Roma, 19 giu. (LaPresse) - "E' assurdo che un sindacato che ha riscontrato un consenso plebiscitario tra i dipendenti non possa esercitare il proprio diritto al dissenso. Abbiamo deciso di non firmare il contratto perché lo riteniamo deteriore e inadeguato, ma allo stesso tempo non troviamo giusto essere fuori dalla contrattazione in quanto siamo sindacato rappresentativo nella sanità pubblica", dichiara il presidente Nursing Up Antonio De Palma. "Se il prezzo della libertà è questo, noi combatteremo in tribunale e - aggiunge - solleveremo la questione di legittimità dell'esclusione al livello giuridico, tanto più che c'è una sentenza della Corte Costituzionale che afferma un principio che ci dà ragione".

Associazione Nazionale
Sindacato Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica

CF: 96340350584